Numero Unico per le Emergenze

Sono felice di annunciare che il 27 luglio il Dott. Stefano Agostinis si è laureato in Scienze Strategiche con una tesi dal titolo "Un modello organizzativo interforze nell'ambito del 112 NUE". Stefano è stato uno dei primi a studiare ed affrontare l'argomento dell'integrazione dei soccorsi e, senza la sua collaborazione, questo blog non esisterebbe. In calce un commento di Marco Torriani ed in allegato la tesi presentata.

 

Egregi tutti,
è con soddisfazione che ho letto la Tesi di Laurea elaborata, presentata e discussa da un nostro collega piemontese che opera nella Centrale Operativa del Soccorso Sanitario Urgenza Emergenza 118 di Torino. Uno dei pochi colleghi (per ora) con cui negli ultimi anni ho avuto modo di interagire sulla tematica.
Posso affermare che ogni pagina riporta l’evidenza assoluta sul tema, eviscerato in ogni particolare. La coscienza, la conoscenza e l’appropriatezza del tema, del ruolo, della funzione e della “Mission” del Soccorso Pubblico e della Sicurezza dei Territori con tutto quanto in essi contenuto,  sono ben esposti con l’aggiunta di una alta coerenza incondizionata di finalità.
Il cuore di questa tesi mostra la più ampia lungimiranza che deve partire oggi e subito sinergicamente, con la parte professionale, di rappresentanze e della Politica, per rivedere tutto il Sistema di Soccorso Pubblico nei nostri territori del Paese. Credo si possa considerare questa tesi di laurea una pietra miliare per partire, energizzare, convergere e proseguire.
Mi fa onore (ancora immeritato) questa terza opera in cui vengo citato a contributo, portando anche l’esperienza vissuta e i correlati di relazioni professionali che mi riguardano direttamente e da vicino. Il che significa che il lavoro iniziato pochi anni fa, mediante prefazioni e introduzioni di sensibilizzazione, sta progredendo ed emergendo passo dopo passo, con le relative conferme.
Ora il tema delle Centrali Uniche Integrate e Interconnesse rispondenti al Numero Unico Europeo di Emergenza 112 è approdato, credo per la prima volta in un ateneo universitario italiano, con tale specialità e da parte di un Infermiere di comprovata e attestata esperienza in Centrale Operativa del Soccorso Sanitario.
Ma non basta: invito TUTTI alla lettura, certo che ognuno di voi diventi un forte canale di approfondimento e studio, di informazione e divulgativo e sensibilizzatore, guardando avanti al fine di correggere la situazione odierna del Paese, ponendo come base la lungimiranza dei padri fondatori dell’Unione Europea, ove sia L’Europa che l’Italia devono affermare l’evidenza della situazione e procedere appunto, nel senso lungimirante ed evidente. L'Europa deve definire ufficialmente l'indicazione verso il modello di Centrale Unica Integrata e Interconnessa (date le tendenze attuali e le molteplici finalità intrinseche), l'Italia deve attuare una seria riforma del Sistema di Soccorso Pubblico applicando le indicazioni date dall'evidenza delle tendenze europee e dalle evidenze della attuale situazione nei nostri territori del Paese.
Complimenti e Congratulazioni a Stefano e a coloro che hanno collaborato e collaborano con lui, per il lavoro svolto con molta serietà. Buona lettura.

Marco Torriani

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione l'utente ne accetta l'utilizzo. Note legali